I 10 posti da visitare in Calabria subito dopo il lockdown

Con l’inizio della bella stagione e dopo circa un anno di limitazioni nei nostri spostamenti la voglia di riaprirsi alla vita e di spostarsi dai paraggi della propria abitazione è tanta.

Come darvi torto! in Calabria gli spazi aperti in cui poter anche solo camminare sono molti… e i suoi paesaggi sono unici e variegati.

L’aria è pulita e ci sono alcune zone come Scilla in provincia di Reggio Calabria le cui colline sembrano baciare il mare.

I paesaggi della Sila sono unici per la sua vegetazione, grandi Pini secolari si ergono lungo i viali dai quali è possibile ammirare i laghi.

Ci sono antichi castelli: la fortezza aragonese della località “Le Castella” ad Isola Capo Rizzuto sembra sorgere dal mare Ionio collegato soltanto da un lembo di terra alla cittadina.

Piazze con viste mozzafiato sul mare come quella di Pizzo Calabro dove puoi gustare lo squisito “Tartufo di Pizzo” artigianale e preparato al momento.

Puoi ammirare le magnifiche insenature della costa come quella del golfo di Squillace.

La Calabria è un territorio inesplorato e con tante bellezze da scoprire.

Riporto qui 10 posti che vi consiglio di visitare subito dopo il lockdown per le bellezze del panorama e perché ricchi di arte e cultura:

  1. Scilla in provincia di Reggio Calabria. Andate in giro per i vicoletti di Chianalea e fermatevi a cena in uno dei ristoranti di pesce. Se andate la settimana subito dopo Ferragosto il paese è in festa. Si festeggia San Rocco e la festa si conclude con i famosi giochi pirotecnici che generano magnifici disegni sulle acque dello stretto di Messina.
  2. Parco Nazionale della Sila esteso tra le province di Cosenza, Catanzaro e Crotone con il suo affascinante aspetto di zona selvaggia e incontaminata. Potete visitare il “Centro Visita” del Parco, in località Cupone di Camigliatello Silano, a ridosso del lago Cecita e scegliere alcuni dei percorsi segnalati all’ingresso o visitare i suoi musei!
  3. Pizzo Calabro in provincia di Vibo Valentia. Andate in Piazza della Repubblica in centro e gustate uno squisito tartufo di Pizzo. Quello tradizionale ha il gusto gelato alla nocciola e cioccolato con un cuore fondente al cioccolato. Prima di essere servito al tavolo viene spolverato con del cacao sopra. Dalla piazza, situata su un’altura, è possibile godere della bella vista sul mare.
  4. Tropea in provincia di Vibo Valentia , con la sua riviera che parte da Pizzo Calabro e termina a Nicotera, vincitrice del concorso nazionale ” Borgo dei Borghi 2021″. Sarà una meta molto ambita per appassionati di arte, cultura e gastronomia.
  5. Gerace in provincia di Reggio Calabria con il suo magnifico borgo antico e il suo fascino medioevale. E’ ricco di chiese, palazzi d’epoca, botteghe artigiane e abitazioni scavate direttamente nella roccia. Nella piazza principale vicino alla cattedrale potete guastare cremose granite servite con sopra delle brioches e biscotti scenografici, sono molto buone!
  6. Taverna in provincia di Catanzaro famosa per i quadri di Mattia Preti da ammirare in chiese e musei subito dopo la riapertura. E’ un antico borgo situato nella Sila Piccola. Sembra di essere stati calati in un’altra epoca per il suo silenzio, i suoi vicoletti tra cui la Via dei Poeti…e sì, perché per chi ama scrivere come me può trarre ispirazione da questi luoghi incantanti.
  7. Santa Severina in provincia di Crotone situata su una sporgenza rocciosa a dominare la vallata del fiume Neto è uno dei borghi medioevali più belli d’Italia, incastonato tra lo Ionio e la Sila. Il suo famoso castello normanno è una delle fortezze militari meglio conservate dell’Italia meridionale. Al suo interno vi è il museo contenente le collezioni e i reperti degli scavi archeologici di tutto il territorio. In questa cornice suggestiva, in cui è possibile assistere a mostre artistiche, concerti e eventi cultura, subito dopo il lockdown, ho in programma un evento, in cui tratterò alcune delle tematiche sociali inserite nel mio libro “Le mie vie senza tempo” edito da Pellegrini editore.
  8. Cascate del Campanaro tra Zagarise e Sersale in provincia di Catanzaro. Immersa nelle “Valli Cupe” definita dal naturalista belga John Bouquet  il “segreto meglio custodito d’Europa”. La cascata è alta 22 metri e tutto intorno potete ammirare la presenza di piante rare come una particolare tipologia di felci giganti. Portate sempre un costume con voi quando visitate le cascate, le vasche d’acqua sono molto invitanti quando fa molto caldo!
  9. Localià “Le Castella” ad Isola Capo Rizzuto in provincia di Crotone che prende il nome dal suo famoso castello la cui particolarità è che sembra venir fuori dalle acque dello Ionio. Un piccolo lembo di terra lo collega alla terra ferma!
  10. L’Isola di Dino situata a sud di Praia a Mare in provincia di Cosenza. Potete fare una escursione in barca alla scoperta delle magnifiche grotte o programmare delle passeggiate alla scoperta dei patrimoni naturali e paesaggistici dell’isola.